È cresciuto a Spilamberto e si è formato alla Scuola Alberghiera e di Ristorazione Ial di Serramazzoni la nuova star della cucina italiana.
Valentino Cassanelli, 32 anni compiuti l’11 dicembre, è lo chef del ristorante Lux Lucis di Forte dei Marmi, con il quale ha conquistato per il 2017 la prima stella Michelin.
«Ricordiamo Valentino come un allievo brillante e talentuoso – commenta il direttore della Scuola Alberghiera di Serramazzoni Giuseppe Schipano – I suoi successi non ci sorprendono, anzi li sentiamo un po’ anche nostri. Da noi ha appreso le nozioni basilari che ha poi saputo sviluppare e perfezionare».
Cassanelli si è appassionato alla cucina fin dalla prima infanzia, quando la nonna gli ha insegnato a chiudere i tortellini e tagliare le tagliatelle.
Dopo aver frequentato la Scuola Alberghiera di Serramazzoni, all’età di 17 anni è andato a Londra per lavorare prima alla Locanda Locatelli, poi da Nobu, tempio della cucina fusion. Tornato in Italia, ha fatto esperienza nel ristorante di Carlo Cracco, che nel febbraio 2012 lo ha portato al Principe, uno degli hotel più prestigiosi di Forte dei Marmi. A maggio dello stesso anno Cassanelli ha ideato il ristorante Lux Lucis, dove si fondono tradizione e modernità.
Miglior chef della Versilia per il 2014, nel 2015 si è aggiudicato il premio Guida Touring “Top di Domani”.
La definitiva consacrazione di Valentino Cassanelli è arrivata con la stella Michelin per il 2017 attribuita al Lux Lucis, già premio Touring Club come “Cucina d’autore” nella guida “Alberghi e Ristoranti d’Italia 2016 e 2017” e premio~Gatti Massobrio il “Faccino Radioso 2017” destinato alle migliori tavole della guida.